Vota questa
notizia:

IL PDL PROVINCIALE A CONGRESSO

Domenica prossima, 12 febbraio presso l'Atahotel di Pero, si tiene il Congresso Provinciale del Popolo della Libertà di Milano. I lavori cominciano alle 10, seggi aperti dalle 13 alle 23, quattro liste in corsa, al voto tutti gli iscritti residenti nei comuni della provincia, esclusa Milano che avrà il suo congresso cittadino il 25 di Febbraio. Un congresso importante, quello di sabato, perché rappresenta una tappa importante nel tentativo di trasformare il partito da un'entità ritagliata ad immagine e somiglianza del suo leader, Silvio Berlusconi, ad una struttura più “pesante”, fatta di tesserati più partecipi e radicata nel territorio. Tra i candidati per la poltrona di leader provinciale, il nome più conosciuto è quello del presidente della Provincia di Milano Guido Podestà, che di recente si è candidato, previo consulto ad Arcore, attraverso un videomessaggio che secondo gli analisti ricorda molto il famoso discorso in cui Berlusconi annunciò la sua discesa in campo. Podestà si candida perché vede un partito con “l’encefalogramma piatto” dopo la sconfitta di Letizia Moratti e spinge per rafforzare all’interno del Pd legalità, ascolto dei bisogni del territorio e partecipazione. Podestà è appoggiato anche dall’ex sindaco di Milano Gabriele Albertini che ha dichiarato come la candidatura di Podestà rappresenti il bisogno di trasparenza e democrazia e spezzi il progetto di “un’anarchia oligarchica” all’interno del partito. Ma nelle elezioni dell’Atahotel i favori del pronostico sono tutti per Sandro Sisler, area An, assessore a Carate Brianza sponsorizzato da Ignazio La Russa e sostenuto da ciellini e dagli uomini del coordinatore regionale Mario Mantovani. La terza lista in corsa è quella del sindaco di Basiglio Marco Flavio Cirillo, la quarta è quella del giovane Alberto Villa che rappresenta il nostrano movimento dei Tea Party.

Giornalista:Luca Provvedi