Serie A 2.0: come cambia il campionato tra Var, streaming e scommesse online

Web, smartphone e app hanno modificato tanti aspetti della nostra vita quotidiana e, inevitabilmente, anche il modo di vivere le nostre passioni, come quella per il grande calcio.

Quest’anno, la Serie A è davvero tornata con il botto: a poco più di una decina di giornate dall’inizio della stagione, sono state davvero tante le novità, dentro e fuori dal campo, che hanno dato occasione a tifosi, commentatori sportivi e protagonisti del campionato di confrontarsi e dar vita ad accesi dibattiti.

Per la prima volta da diversi anni a questa parte, azzardare previsioni sul club che riuscirà a conquistare l’ambito titolo di Campione d’Italia risulta tutt’altro che facile. La Juventus, forte della vittoria di ben sei Scudetti di fila, sembrerebbe aver finalmente trovato pane per i suoi denti: Lazio, Inter e Napoli si sono resi protagonisti di brillanti performance in campo, guadagnando i piani alti della classifica.

A rendere ancora più interessante il campionato di Serie A 2017/18 è l’impegno delle varie big nella Champions League e nell’Europa League, dove peraltro le squadre italiane hanno sinora ottenuto risultati molto interessanti, ma anche il conto alla rovescia ai Mondiali di Russia 2018, che impegna nelle rispettive nazionali molti dei grandi talenti stranieri che militano nelle formazioni tricolore.

Insomma, per gli appassionati la carne al fuoco è davvero molta, come molte sono le novità portate dal fischio d’inizio di questa stagione.

Il compianto Aldo Biscardi, storico volto delle trasmissioni sportive scomparso agli inizi di ottobre, ha visto un sogno coltivato per quasi 40 anni avverarsi, quando, a partire dal 20 agosto di quest’anno, la moviola ha finalmente compiuto il suo debutto in campo, sotto forma dell’ormai celebre “Var”.

La sigla Var, che sta per Video Assistant Referee, attualmente permette all’arbitro di usufruire di replay istantanei di azioni dubbie (segnalate dai cosiddetti assistenti Var) grazie ad un particolare monitor posizionato a bordo campo. Scopo del sistema, è quello di fornire al direttore di gara uno strumento aggiuntivo per risolvere le controversie e giungere a decisioni irreprensibili.

L’introduzione dalla Var, adottata sempre in questa stagione anche dalla prima divisione tedesca e da quella portoghese, rappresenta un passo in avanti verso un calcio professionistico sempre più corretto e di qualità, oltre che un’importante arma contro combine ed altre condotte antisportive che in passato hanno danneggiato l’immagine del campionato italiano.

Se in diversi casi la moviola si è già dimostrata utile ed efficace, in altri non ha mancato di far discutere: l’episodio più citato sul web è quello verificatosi durante il match Inter – Spal, quando l’assegnazione di un calcio di rigore al club meneghino ha richiesto un’interruzione del gioco di quasi sei minuti.

Come tutti gli strumenti tecnologici, la Var presenta le sue criticità: problemi di connessione, angoli ciechi delle telecamere e ritardi nel recupero delle immagini hanno già dimostrato che questo sistema non è infallibile. D’altra parte, nelle intenzioni della Fifa, la moviola sarebbe pronta a scendere in campo anche per i prossimi mondiali russi.

Se i dubbi sull’efficacia della Var sussistono, quelli sui vantaggi offerti dal web ai grandi appassionati di calcio sono ormai del tutto dissolti: tra foto e video direttamente dai campi di allenamento pubblicate su Instagram, indiscrezioni diffuse a mezzo tweet e infuocati dibattiti tra tifosi su pagine ufficiali e gruppi Facebook, online non mancano certo le possibilità di dar sfogo alla propria passione.

L’altra grande novità di quest’anno è stata l’ampliarsi dell’offerta delle dirette streaming del campionato italiano.

SNAI, lo storico gestore italiano di giochi e scommesse sportive, permette di seguire in diretta, e in modo gratuito, lo streaming di tutti gli incontri della Serie A (e, in aggiunta, anche di quelli della Serie B e della Lega Pro), richiedendo solo la creazione di un’utenza su SNAI.it e la convalida di un conto gioco.

La scelta di offrire questa opzione nasce dal desiderio di creare un’esperienza sempre più interattiva per gli amanti delle scommesse live, cioè quelle realizzate proprio durante la partita. In breve, tuttavia, la possibilità di seguire qualunque gara dal vivo e con semplicità è diventata una funzione apprezzatissima dal pubblico.

Il bello del calcio in streaming è che i match possono essere seguiti anche tramite smartphone o tablet, scaricando apposite app, così da avere la certezza di non perdere nemmeno un minuto delle gare più importanti. Quella sviluppata dal noto bookmaker consente di accedere in modo rapido e gratuito agli eventi sportivi quotati e in diretta streaming.

Tante insomma le soluzioni per immergersi a capofitto nel mondo del calcio tricolore e, certamente, ancora molte le emozioni che questa stagione ha in serbo per tutti gli irriducibili della sfera esagonale.

La Juventus, tradizionalmente capolista della Serie A, quest’anno ha dovuto affrontare un inizio incerto. Nonostante la formazione di fuoriclasse guidata ancora una volta da Massimiliano Allegri, la corazzata bianconera ha chiuso la settima giornata con un sorprendente pareggio contro l’Atalanta, per poi capitolare in casa contro i biancocelesti due settimane più tardi.

Così, il club torinese ha visto la vetta della classifica passare nelle mani del Napoli e dell’Inter, due delle squadre più temibili di questa stagione.

L’arrivo di Luciano Spalletti sulla panchina nerazzurra ha senza dubbio portato quella ventata di novità di cui il club aveva bisogno per ripartire, dopo diverse stagioni trascorse in sordina.

Grazie all’infallibile attacco guidato da Icardi, da Brozovic e dai nuovi acquisti Skriniar e Vecino, l’Inter ha guadagnato vittorie nette contro la Fiorentina e la Roma, aggiudicandosi anche il derby meneghino.

Cammino sin qui esemplare per il Napoli: i partenopei hanno conquistato ben dieci vittorie in undici giornate, totalizzando la bellezza di 32 reti. In testa alla classifica azzurra dei marcatori siedono Mertens, Insigne e Callejon, i membri del “trio d’oro” che sta facendo sognare i tifosi all’ombra del Vesuvio e non solo.

La stagione calcistica ha sicuramente ancora in serbo molte sorprese: non resta che scegliere come seguire le prossime giornate di campionato e prepararsi ad una corsa allo Scudetto senza esclusione di colpi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *